Cina Viaggi

Consigli per il tuo viaggio a La Cina

  • 0
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
  • 7
  • 8
  • 9

La Cina non consente paragoni: immensa, lontanissima, con una storia di 4.000 anni e oltre un miliardo di abitanti. Un viaggio in Cina comunque non è solo natura. La Cina è una nazione ricca di storia che racchiude il fascino irresistibile di grandi opere umane: dalla Grande Muraglia alla suggestione dell’enorme piazza Tien An Men, dall’imponente Città Proibita di Pechino alle tombe dei Ming. Perché andare in Cina?

Per passeggiare sulla Grande Muraglia, realizzata più di 2 mila anni fa, nel 214 a.C.
Per ammirare l’Esercito di terracotta: migliaia di guerrieri a grandezza naturale tutti uno diverso dall’altro posti a guardia della tomba dell’imperatore Qing Shi Huangdi. Per visitare la Città proibita, la grandiosa residenza dei sovrani del Celeste Impero e rievocare le atmosfere e le suggestioni dell’”Ultimo Imperatore” di Bernardo Bertolucci. Per visitare Hong Kong, enclave inglese nella Cina comunista.
Per andare a trovare il panda nel suo habitat naturale: la regione del Sichuan. Viaggio in Cina con JTB Italy!

La superficie della Cina è di 9.572.900 km², di poco inferiore all’intera Europa, il che ne fa lo Stato più esteso dell’Asia orientale; la popolazione è di oltre 1 341 900 000 persone[5], pari a circa il 19,5% della popolazione mondiale: la Cina è il paese più popolato del mondo.

La forma di Stato della Cina è una repubblica socialista governata da un unico partito, il Partito comunista cinese; la sua amministrazione è articolata in 22 province, 5 regioni autonome, 4 comuni, e 2 regioni amministrative speciali.

La Cina confina con 14 paesi: a nord con Russia e Mongolia; a est con la Corea del Nord; a sud con Vietnam, Myanmar, Laos, Bhutan e Nepal; a ovest con India, Pakistan, Tagikistan, Kazakistan, Afghanistan e Kirghizistan. Si affaccia inoltre a est sul Mar Giallo e sul Mar Cinese Orientale e sud-est sul Mar Cinese Meridionale.

Territorio
Con 9.62 milioni di km quadrati, la Cina è il terzo paese del mondo per estensione (dopo la Federazione Russa e il Canada) e di conseguenza offre una grande varietà di climi e paesaggi. Il punto sul globo terrestre più lontano dal mare (circa 2600 km) si trova in Cina, nell’area desertica nella regione Sinkiang-Uygur. Il sud è diviso tra l’altopiano dello Yunnan-Guizhou, con un’altitudine che parte dai 2000 metri per arrivare ai 550 metri, e i bacini dei grandi fiumi che lo attraversano.

Idealmente si potrebbe dividere la Cina in sei grandi regioni:

Il Nord-Ovest
Si divide in tre fasce climatiche, la parte settentrionale fredda, la centrale più temperata e la meridionale umida. Questa regione comprende a nord un bacino chiamato “il bacino di Zungaria”,che, nonostante sia caratterizzato da zone rocciose e sabbiose, è una zona piuttosto fertile dove l’agricoltura viene praticata grazie a vasti sistemi di irrigazione; a sud si trova il bacino del Tarim situato tra gli elevati rilievi del Kunlun. Esso comprende il deserto più arido di tutta l’Asia: il Taklamakan.

La Mongolia Interna
Questa regione possiede un clima molto secco e si trova nella parte centro-settentrionale della Cina. La Mongolia Interna è un altopiano caratterizzato da deserti di sabbia, roccia e ghiaia che a est degradano in fertili steppe. Questa regione, delimitata ad est dalla boscosa catena del grande Khingan, comprende pianure ondulate divise da aridi piani rocciosi. Il capoluogo è Hohhot.

Il Nord-Est
Comprende tutta la Manciuria a est della catena del grande Khingan: si tratta di una vasta e fertile pianura circondata da monti e colline tagliate da moltissime valli e piccoli pendii. A sud si trova la penisola di Liaodong, le cui coste sono ricche di porti naturali. Nella parte occidentale del nord est si trovano ampie zone desertiche.

La Cina settentrionale
Questa regione si trova nella zona delimitata a nord dalla Mongolia interna e, a sud, dal bacino del fiume Huang He; qui si trova l’altopiano del Loes, caratterizzato da profonde vallate, gole e terrazze coltivate, il bassopiano cinese, i monti dello Shandang e infine, gli aspri e inaccessibili rilievi del sud ovest.

La Cina meridionale
Questa regione abbraccia la valle del Chang Jiang e numerose regioni del sud. La valle del grande fiume consiste in una serie di bacini i cui fertili terreni alluvionali sono solcati da canali navigabili e da molti laghi. A ovest si estende il bacino dello Sishuan, un fertile territorio collinare, circondato dagli irregolari altopiani centrali. Gli altopiani meridionali sono compresi tra i monti Tibetani e il mare. A est si estendono zone collinari disboscate e soggette ad erosione; lungo la costa si trovano gli irregolari altopiani sud orientali.

L’estrema regione sud-occidentale
È occupata dall’altopiano del Tibet conosciuto anche come il Tetto del Mondo, che, posto ad un’altitudine media di 4510 metri sul livello del mare, è la regione in cui si trovano le montagne più alte del mondo, con ben 14 cime che si elevano al di sopra degli 8000 metri tra cui il K2 ed il Monte Everest. Morfologicamente vario, costituito da vasti affioramenti rocciosi, alternati da pianure alluvionali, laghi salati e paludi, l’altopiano è attraversato da numerose catene montuose e orlato dall’Himalaya a sud, dal Pamir e dal Karakorum a ovest, e dal Quiliam sham a nord. Qui si trova la sorgente del Gange. In estate la catena dell’Himalaya fa da scudo protettivo alle più basse nuvole monsoniche provenienti dai versanti indiano e nepalese. Le piogge sono dunque limitate, presenti soprattutto in luglio/agosto.

Pechino è la capitale della Repubblica popolare cinese. Il toponimo Beijing significa letteralmente “Capitale del nord”, in linea con la tradizione orientale di denominazione delle capitali. Le colline dominano la municipalità di Pechino a nord, nord-ovest e ovest. I distretti di Yanqing County e Huairou, nella regione nord-ovest della municipalità, sono caratterizzati dalla catena dei monti Jundu. La parte occidentale della municipalità è incorniciata dalla catena montuosa di Xishan. A questa catena, lungo il confine con la provincia dell’Hebei, appartiene il monte Dongling che con i suoi 2303 metri è il punto più elevato della municipalità. I principali fiumi che scorrono all’interno della municipalità in direzione sud sono il fiume Yongdingand e il fiume Chaobai, parte del sistema fluviale di Haihe. Il Grande Canale della Cina collega Pechino ad Hangzhou e il Grande Canale del Nord scorre dalla capitale verso il sistema dell’Hai He. La riserva di Miyun, situata lungo il tratto superiore del fiume Chaobai, costituisce la principale fonte di approvvigionamento idrico della città.

Il clima della città è fortemente continentale per via delle estati calde e umide, spesso molto afose e poco tollerabili anche da un punto di vista di inquinamento urbano, e degli inverni decisamente freddi se rapportati ad una latitudine medio bassa ma anche molto ventilati, “relativamente soleggiati” (in termini d’intensità solare ma anche di durata del giorno) e secchi. Il clima estivo è influenzato dal monsone dell’Asia orientale e il clima invernale risente dell’anticiclone siberiano. Le temperature medie in gennaio oscillano tra i -7 e i -4 °C; in luglio variano tra i 25 e i 26 °C. Le precipitazioni annue sono di 600 mm in media

Cina Viaggi